Marco Ferrini

marco-ferrini_2

Nel 1986 inizia gli studi della danza nella “ Scuola di  Balletto ”  di Liliana Cosi e Marinel Stefanescù  e dopo soli 3 anni  si diploma ballerino professionista ed entra a far parte della stessa compagnia . In  breve tempo ricopre ruoli solistici e di “Primo ballerino” danzando in coppia più volte con Liliana Cosi toccando paesi come il Giappone , Stati Uniti, Cina, Costarica, Libano,Romania con un repertorio classico e neo classico che varia da il ” Don Chisciotte” ,
” Corsaro “, “Raymonda” nonché altre coreografie di Stefanescù. Nel 1993 è ospite al “Balletto di Basilea” sotto la direzione di Youri Vamos danzando la sua versione di:
“Spartakus”,” La bella addormentata”,”Coppelia”, ” Lo Schiaccianoci” .  In questo periodo danza anche per un breve parentesi alla ” Arena di Verona”.
Nel 1994 entra stabile al teatro di “Dortmund” (Germania) sotto la direzione di Ralf Rossa e amplia le sue esperienze con diversi stili coreografici contemporanei del calibro di William Forsyte e Ruy Horta . Oltre che danzare sempre ruoli come “Primo Ballerino”in nuove produzioni tipo”L’uccello di fuoco”,”La sagra della primavera”, “Giselle”, “La fillè mal gardè” , nel 1995 è anche ospite al teatro di Bonn sotto la direzione di Valery Panov danzando come solista la sua versione del ” Don Chisciotte”. In questo anno incomincia a interessarsi all’insegnamento sia come “Maitrè de ballet” che come coreografo creando, per una serata dedicata a giovani coreografi a Dortmund , “Memories” riscuotendo consensi dalla critica e complimenti da colleghi .
Nel 2000 rientra in Italia a Reggio Emilia come ballerino nella compagnia di “Liliana Cosi e Marinel Stefanescù ” ricoprendo successivamente il ruolo di assistente “Maitrè de ballet” della compagnia e della scuola di balletto , preparando alcuni allievi al prestigioso concorso di danza di “Jacksonville” (Stati Uniti ) dove si sono classificati fino alle fasi finali . In questo periodo si dedica anche alla creazione di diversi spettacoli di danza ricercando un suo personalissimo stile che affonda nel classico fino ad arrivare al contemporaneo . Sono sue creazione “Pictures”, “La scala di pietra”, “Carmen”,”Il gatto con gli stivali”,”Carmina Burana”, ” Anime libere ” , e una nuova versione de ” Il Corsaro ” .
Nel 2007 vince il secondo premio al concorso di Firenze”Expression”con un passo a due e da vita insieme a sua moglie Maura Cantarelli (anche lei ex “Prima ballerina” ora docente presso la scuola Cosi-Stefanescù) alla “Carpe diem dance” con sede al teatro di Fabbrico (RE) al fine di promuovere la danza come spettacolo e evento avvalendosi di danzatori non professionisti. Nel 2008 lascia le scene come ballerino e si dedica interamente all’insegnamento della danza classica accademica , moderna e contemporanea . Nel maggio del 2010 mette in scena “Il racconto d’inverno ” di William Shakespeare , collaborando con gli attori del gruppo teatrale” Metamorfosi ” allestendo, insieme a Marco Merzi , la regia e coreografia .
Nel settembre 2010 partecipa alla rappresentazione de “Il Rigoletto a Mantova ” con personaggi come: M. Bellocchio , P. Domingo , Z. Mehta ,V. Storaro .
E’ Maestro presso la  ” Scuola di ballo teatro sociale di Mantova” (MT) e membro di ” WDA Europe in cooperazione sotto IDC-ITI/UNESCU”.
Dal 2010 collabora con la Scuola di Danza Aulòs di Rimini come Docente di Danza Classica.

link :

http://www.marcoferrini.eu/wordpress/?page_id=38


 

pagina precedente